Borsa Usa in calo, pesano timori frenata Cina,giù Boeing,corre Chiquita

lunedì 10 marzo 2014 18:45
 

NEW YORK, 10 marzo (Reuters) - Gli indici di Wall Street viaggiano in ribasso, sebbene lo S&P 500 si mantenga sui massimi storici.

L'umore degli investitori risente delle indicazioni sul rallentamento dell'economia cinese. L'export di Pechino a febbraio è crollato inaspettatamente del 18,1%, contro attese di un incremento del 6,8%.

Freeport McMoRan Copper & Gold pesante (-3,3% circa) a causa dei segnali di un rallentamento della Cina, che hanno fatto toccare al rame il minimo da otto mesi.

McDonald's piatta: a febbraio le vendite globali comparabili hanno segnato un calo superiore alle previsioni.

In lettera Boeing (-2,4% circa) dopo che, venerdì scorso, ha annunciato di aver scoperto danni sulle ali di circa quaranta 'Dreamliners 787' attualmente in produzione.

Vola Chiquita Brands (+8,3% circa) dopo aver annunciato l'acquisizione di Fyffes per 526 milioni di dollari in azioni.

Tra gli altri titoli in evidenza, Northwest Biotherapeutics al galoppo (+35% circa) dopo che le autorità sanitarie tedesche hanno autorizzato temporaneamente la vendita del farmaco sperimentale DCVax-L, utilizzato per la cura del tumore al cervello, nel paese europeo.

Attorno alle 18,40 italiane, l'indice Dow Jones perde lo 0,5%, lo Standard & Poor's 500 scende dello 0,33% e il Nasdaq arretra dello 0,36%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia