Borsa Milano in rialzo sostenuta da banche, migliore d'Europa

lunedì 10 marzo 2014 13:17
 

MILANO, 10 marzo (Reuters) - Piazza Affari prosegue in rialzo sostenuta dal settore bancario in un mercato europeo che rimane sulla difensiva per le prolungate tensioni in Crimea.

"L'indice Dax tedesco è debole per la crisi ucraina e questo rende il clima sul mercato europeo cauto, ma l'Italia è ben supportata grazie anche ai bancari", commenta un trader.

Attorno alle 13,00 l'indice FTSE Mib sale dello 0,55% e il FTSE All Share dello 0,5%, a fronte di un -0,06% dell'indice europeo FTSEurofirst 300

Bancari in evidenza nella prima seduta di una settimana ricca di appuntamenti societari nel settore per i bilanci 2013 e mentre dai dati di Bankitalia emerge una lieve frenata a gennaio del trend di crescita delle sofferenze nel settore.

In particolare spicca UNICREDIT (+2,5%) alla vigilia del Cda sui risultati e della presentazione del piano strategico che potrebbe includere anche il progetto di quotazione di Fineco.

In attesa dei Cda di domani sui conti, in leggero rialzo UBI (+0,4%), POP MILANO (+0,3%) e MPS (+0,6%) mentre sono state già scambiati 334 milioni di titoli, su una media delle ultime cinque sedute di circa 867 milioni.

Dalle segnalazioni Consob emerge che Alberto Aleotti ha ridotto la sua partecipazione nell'istituto senese all'1,034% dal 4% lo scorso 5 marzo, giorno in cui il titolo era salito in borsa di oltre il 19% con volumi pari a dieci volte la media giornaliera e al 12,4% del capitale.

Flussi in acquisto anche su BANCO POPOLARE (+2,4%) e INTESA SANPAOLO (+0,7%)

Bene MEDIASET (+1,3%) dopo le indiscrezioni stampa del weekend secondo le quali insieme a Telefonica starebbe preparando un'offerta congiunta da 500 milioni di euro per la quota del 56% di Digital+ detenuta da Prisa. Gli analisti sottolineano che questo prezzo comporterebbe una valutazione per D+ inferiore a quello trapelato nelle recenti indiscrezioni.   Continua...