Borsa Milano cauta in avvio, tenta rialzo con banche

lunedì 10 marzo 2014 09:27
 

MILANO, 10 marzo (Reuters) - Piazza Affari avvia la prima seduta della settimana all'insegna della cautela in un mercato attento alle prolungate tensioni in Ucraina e frenato, nei primi scambi, dai deludenti dati cinesi sulla bilancia commerciale.

Dopo una partenza in lieve terreno negativo l'indice FTSE Mib passa in positivo e alle 9,20 segna un rialzo dello 0,57% a fronte di un +0,08% dell'indice europeo FTSEurofirst 300 .

A sostenere la borsa milanese è sopratutto il settore bancario con MPS (+1,5%) che torna in rally e UNICREDIT e UBI in rialzo rispettivamente del 2,8% e dell'1,4%. Si apre un settimana intensa sul fronte dei risultati di bilancio, soprattutto nel settore finanziario. Deboli invece POP MILANO e BANCO POPOLARE

Secondo indiscrezioni stampa l'Esma avrebbe espresso dubbi sulla possibilità per le banche di contabilizzare a bilancio 2013 le plusvalenze sulle rivalutazioni delle quote della Banca d'Italia.

Acquisti anche tra gli industriali con ANSALDO STS in rialzo dell'1,5% dopo che SocGen ha alzato il target price a 9,4 euro da 8,8 euro e FIAT a +0,7%. Su quest'ulyima un trader cita i buoni dati di vendite di auto in Brasile a febbraio.

Male BUZZI (-2,1%) e PIRELLI (-1,18%). Fuori dal listino principale SAFILO cede oltre il 3%

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

  Continua...