BORSE ASIA-PACIFICO - Mercati in forte calo su Cina

lunedì 10 marzo 2014 08:44
 

INDICE                        ORE  8,34    VAR %    CHIUS. 2013
 ASIA-PAC.                     461,18       -1,36    468,16
 TOKYO                         15.120,14    -1,01    16.291,31
 HONG KONG                     22.246,62    -1,83    22.656,92
 SINGAPORE                     3.119,17     -0,54    3.167,43
 TAIWAN                        8.665,24     -0,56    8.611,51
 SEUL                          1.954,42     -1,03    2.011,34
 SHANGHAI COMP                 1.999,06     -2,86    2.115,98
 SYDNEY                        5.411,52     -0,93    5.352,21
 MUMBAI                        21.905,93    -0,06    21.170,68
 
    10 marzo (Reuters) - Le borse dell'area Asia-Pacifico hanno registrato forti cali e il
dollaro ha ritracciato rispetto ai recenti picchi dopo che i dati sorprendentemente negativi
sull'export cinese hanno intimorito gli investitori, già preoccupati per la crisi in Ucraina.
    I mercati azionari europei dovrebbero aprire piatti, secondo le previsioni, sempre a causa
dei dati cinesi che hanno stemperato i numeri positivi giunti dagli Usa sugli occupati non
agricoli.
    Gli investitori hanno salutato la nuova settimana in Asia all'insegna della cautela, dopo i
dati che sabato hanno indicato un inatteso calo dell'export cinese a febbraio, mandando in rosso
la bilancia commerciale e aggiungendo nuovi timori su un possibile rallentamento della crescita
nella seconda economia mondiale.
    Il dato cinese ha avuto un effetto negativo sul "risk sentiment", che era stato rafforzato
venerdì scorso dai numeri sugli occupati non agricoli statunitensi (+ 175.000 posti a febbraio,
rispetto ai + 129.000 di gennaio).
    Intorno alle 8,35 italiane l'indice Msci dell'area Asia-Pacifico, che non
comprende Tokyo, perdeva l'1,36%, a 461,18 punti.
    La borsa giapponese ha perso un punto percentuale, anche perché la Cina è uno dei
principali mercati per l'export di Tokyo.
    In Cina l'indice CSI300 ha chiuso al punto più basso da cinque anni, spinto dai
titoli finanziari, dopo che i dati economici hanno riacceso i timori di un rallentamento in
Cina. L'indice ha perso il 3,3%, peggiore chiusura dal 2 febbraio 2009. Lo Shanghai Composite
Index ha perduto il 2,9% a 1.991,1 punti, la giornata peggiore dal 24 giugno scorso.
    Anche HONG KONG è in forte calo, con una perdita di oltre l'1,8%. In controtendenza
Prada, che gaudagna oltre il 2%. 
    SEUL ha registrato la peggiore perdita da un mese a questa parte, col Korea Composite Stock
Price Index in calo dell'1%.
    MUMBAI è invece il mercato che registra le perdite minori, con -0,08%.
    
Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su
www.twitter.com/reuters_italia