Borsa Tokyo chiude in negativo su dati cinesi, timori Ucraina

lunedì 10 marzo 2014 07:45
 

TOKYO, 10 marzo (Reuters) - Il mercato azionario giapponese ha chiuso in ribasso, dopo aver toccato i massimi da cinque settimane, a causa dei deludenti dati sul commercio cinese e dell'incertezza sulla crisi in Ucraina che hanno spinto gli investitori a trarre profitto dai recenti guadagni.

Sebbene i dati sui salari non agricoli negli Usa, diffusi venerdì scorso, siano risultati migliori delle attese, non hanno dato molto slancio alle borse perché al tempo stesso hanno contribuito a rafforzare l'attesa di un'ulteriore riduzione della politica monetaria Fed di stimolo all'economia.

L'indice Nikkei ha perso l'1% chiudendo a quota 15.120,14 punti, dopo aver raggiunto venerdì il picco delle ultime cinque settimane, con un volume di scambi contenuto.

I dati diffusi sabato scorso sull'export cinese a febbraio sono stati inaspettatamente negativi, provocando un deficit della bilancia commerciale e aggiungendo nuovi timori di rallentamento in Cina, uno dei più importanti mercati per l'export giapponese.

L'indice Topix, più ampio, ha perso lo 0,8% chiudendo a 1.227,61 punti, con un volume di scambi che è stato il più basso dal 26 agosto scorso.

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia