Saras, Corte Appello conferma sentenza per incidente mortale 2009

venerdì 7 marzo 2014 19:11
 

MILANO, 7 marzo (Reuters) - La Corte d'appello di Cagliari ha confermato in sostanza la sentenza in cui fra l'altro vennero condannati un dirigente ed un ex dirigente di Saras in relazione alla morte di tre operai della ditta Comesa nel 2009.

E' quanto si legge in una nota della società, dove si sottolinea che i giudici di secondo grado hanno anche confermato l'esclusione della responsabilità amministrativa della società.

Nel dettaglio la Corte d'appello ha confermato la condanna di Dario Scaffardi, dirigente di Saras, e di Guido Grosso, ex dirigente, riducendo per entrambi la pena da 24 a 20 mesi con l'applicazione della sospensione condizionale, oltre al risarcimento dei danni alle parti civili.

La Corte d'Appello ha inoltre confermato l'assoluzione di Antonello Atzori, dirigente Saras, e di Antioco Mario Gregu, ex dirigente della società, e la condanna a 2 anni dell'allora rappresentante legale della ditta Comesa.

Il 26 maggio 2009 tre operai, dipendenti di Comesa sono morti mentre stavano pulendo una cisterna nella raffineria Saras a Sarroch, in provincia di Cagliari, a causa di esalazioni di azoto.

I clienti Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando su

  Continua...