PUNTO 2-Egp, in 2014 alla prova dei prezzi in Europa

venerdì 7 marzo 2014 16:32
 

(Cambia titolo, riscrive parzialmente, aggiunge conference call)

ROMA, 7 marzo (Reuters) - La sfida del 2014 per l'Ad di Enel Green Power , Francesco Starace, sarà l'andamento calante dei prezzi dell'energia in Europa che già ha fatto sentire il suo peso sui risultati del 2013.

L'anno chiuso il 31 dicembre scorso ha registrato un utile netto ordinario di 527 milioni, in crescita del 22,3% rispetto ai 431 milioni del 2012.

Commentando i risultati diffusi oggi al termine del Cda, Starace ha detto che l'azienda "nel corso del 2013 ha conseguito tutti gli obiettivi strategici comunicati al mercato finanziario nonostante le continue tensioni sui mercati e i cambiamenti di scenario nella regolamentazione, in modo particolare nei Paesi europei".

"Il 2014 sarà un anno sfidante per il gruppo chiamato ad arginare la contrazione dei prezzi sui principali mercati europei e le misure economiche sfavorevoli adottate dai Paesi per contrastare il perdurare della crisi", ha aggiunto.

Nelle slide che hanno accompagnato la conference call con gli analisti si vede che in Italia la discesa dei prezzi ha comportato un minor Ebitda di 103 milioni nel 2013 a cui vanno aggiunti i 50 milioni in meno della penisola iberica.

La contrazione è stata compensata dalla crescita dei volumi e in parte anche dalla miglior situazione di mercato in America latina e Usa.

Nel corso della conference call in cui non sono stati anticipati i dati del nuovo piano strategico che verranno presentati il 12 marzo insieme a quelli dalla capogruppo, ma rispondendo ad una domanda il cfo della società ha detto che nel 2015, "in due anni Egp sarà in grado di autofinanziarsi coprendo con il cash flow anche i dividendi e gli interessi" finora spesati a debito.

Oggi il consiglio ha anche approvato una proposta di dividendo di 3,2 centesimi per azione da sottoporre all'assemblea prevista per il 13 maggio in unica convocazione e con stacco della cedola il 19 maggio.   Continua...