PUNTO 1-Bce conferma tassi, vede ripresa lenta e prolungata bassa inflazione

giovedì 6 marzo 2014 15:20
 

(Riscrive con commenti Draghi in conferenza stampa)

FRANCOFORTE, 6 marzo (Reuters) - La ripresa procede ad un passo moderato nella zona euro e le ultime stime della Bce mostrano come il quadro economico della regione sarà dominato ancora a lungo da bassa inflazione, anche se al riparo dallo spettro della deflazione.

Lo ha detto il presidente della banca centrale Mario Draghi nel corso della conferenza stampa seguita alla riunione odierna del direttivo Bce, che ha lasciato invariati i tassi di interesse.

Confermata anche la cosiddetta 'forward guidance' della banca centrale, con la previsione di tassi ai livelli attuali, o inferiori, per un periodo di tempo prolungato.

Draghi ribadisce quindi l'impegno dell'istituto centrale al mantenimento di una linea monetaria fortemente espansiva e ad adottare se necessario nuove misure di peso. Ma di fatto delude chi si aspettava già da oggi l'annuncio di nuovi interventi a sostegno della liquidità, anche perché - col riferimento ad aspettative sui prezzi ancora "ben ancorate" nel medio termine - Francoforte torna indirettamente a negare l'esistenza di uno scenario deflattivo per la zona euro.

"Stiamo monitorando da vicino l'evoluzione dei mercati monetari e siamo pronti a considerare tutti gli strumenti a nostra disposizione. Soprattutto siamo determinati a mantenere l'elevato livello di espansione monetaria e ad adottare ulteriori misure di peso se necessario" ha affermato Draghi.

Oggi sono state diffuse anche le stime trimestrali dello staff della Bce che proiettano, sull'intero 2014, una tasso di crescita del Pil della zona euro dell'1,2% (+1,5% nel 2015) e un tasso di inflazione all'1% (1,3% nel 2015).

RIFINANZIAMENTO FERMO A 0,25%   Continua...