Mps, Consob chiede subito informazioni a broker dietro boom titolo

mercoledì 5 marzo 2014 19:44
 

ROMA, 5 marzo (Reuters) - La Consob si è mossa subito nel pomeriggio dopo il boom di scambi e il forte rialzo di Mps in Borsa e ha chiesto informazioni agli intermediari che ha individuato come le mani forti che hanno avviato il movimento anomalo odierno.

Lo ha detto a Reuters una fonte della Commissione.

"Consob si sta muovendo fin da subito oggi per verificare la ragione dei forti scambi e fatte le prime verifiche sono partite le richieste agli intermendiari più attivi in acquisto e vendita sia italiani sia internazionali per chiarire per conto di chi stanno operando", ha detto la fonte.

Dalla primissima verifica fatta da Consob nella giornata, ha spiegato la fonte, c'è stato un massiccio volume di scambi con una con componente ad attività direzionale, cioè in grado di imprimere una direzione al titolo "che è quella riconducibile ad intermediari di grosse dimensioni", che sul mercato vengono dette 'mani forti'. Su questa componente, è la fotografia preliminare scattata oggi da Consob, "si è innestata l'attività di trading anche con un peso maggioritario" nel movimento complessivo.

Ovviamente il mercato si aspetta che la Fondazione sta cercando un compratore e specula su ogni movimento rotondo che riguarda Mps anche in assenza di rumors diretti che riguardino la Fondazione.

Più che sul trading, Consob si sta quindi concentrando sull'origine del movimento di oggi che ha impresso il segno al titolo e ai volumi, cercando di capire chi ha dato gli ordini a questi intermediari.

Mps ha chiuso oggi in borsa a 0,22 euro, con una crescita del 19,24% sulla precedente chiusura e dopo essere stata sospesa in giornata per due volte al rialzo.

(Stefano Bernabei)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia