Borsa Milano chiude in rialzo, Mps balza di quasi il 20%

mercoledì 5 marzo 2014 17:59
 

MILANO, 5 marzo (Reuters) - Piazza Affari ha chiuso in rialzo di oltre l'1%, mettendosi in evidenza rispetto alle altre borse europee, rimaste inchiodate intorno alla parità.

A spingere gli indici italiani hanno contribuito i segnali di ripresa economica fotografati dall'indice Pmi servizi, che a febbraio in Italia ha segnato l'espansione più marcata degli ultimi tre anni, e la riduzione dello spread tra i rendimenti tra Btp e Bund decennali sino a 175 punti base.

Anche la percezione di minore pericolo sulla situazione in Ucraina ha aiutato il mercato, pur rimanendo la tensione alta.

La Borsa è stata trainata da un settore bancario tonico, con un balzo a due cifre di Mps.

Il FTSEMib ha terminato in rialzo dell'1,38%, l'Allshare ha guadagnato l'1,34%. L'indice europeo FTSEurofirst 300 segna -0,1%. Positiva anche la Spagna (+0,87%).

Vola MPS, guadagnando il 19,24% a 0,22 euro. Forti i volumi, pari a oltre dieci volte la media giornaliera. Scambiato il 12,4% del capitale. Dalle sale operative non segnalano motivi specifici. Due trader parlano di acquisti su un titolo a sconto, mentre altri due operatori dicono che probabilmente c'è chi si sta ricoprendo su posizioni corte. Uno nota forti flussi di acquisti da oltreoceano, mentre l'altro ritiene che probabilmente ci si ricopre dopo aver visto i movimenti al rialzo di altri istituti che hanno annunciato gli aumenti capitale, come Banco Popolare e CREVAL. Il primo azionista, La Fondazione Mps ha in programma la cessione di ulteriori quote dopo quelle già rese note.

Proprio il CREDITO VALTELLINESE ha registrato un balzo del 10,56% dopo aver annunciato ieri, insieme ai conti 2013 e al nuovo piano industriale al 2016, un aumento di capitale fino a 400 milioni di euro. "Stiamo assistendo a rialzi speculativi legati all'idea - tutta da dimostrare se non infondata - che prima degli aumenti i titoli vengano sostenuti. Alla fine è il mercato stesso che li sostiene", dice un trader.

Tonica anche POP MILANO (+6,28%).

In forte rialzo anche MEDIOBANCA (+4,19%) spinta dalle prime valutazioni degli analisti sull'impatto che le numerose ricapitalizzazioni in arrivo avranno sui ricavi di Piazzetta Cuccia.   Continua...