Farmaci, Antitrust multa Roche e Novartis per presunto cartello

mercoledì 5 marzo 2014 10:28
 

MILANO, 5 marzo (Reuters) - L'Autorità garante per la concorrenza e il mercato ha multato le case farmaceutiche svizzere Roche e Novartis per un totale di oltre 180 milioni di euro per un presunto cartello che avrebbe condizionato la diffusione di un farmaco economico per la vista.

Le due società hanno annunciato ricorso e respingono ogni addebito.

Secondo l'Antitrust, "i due gruppi si sono accordati illecitamente per ostacolare la diffusione dell'uso di un farmaco molto economico, Avastin", nella cura della degenerazione maculare senile e altre malattie oculistiche, "a vantaggio di un prodotto molto più costoso, Lucentis, differenziando artificiosamente i due prodotti".

L'autorità spiega che per il Sistema sanitario nazionale "l'intesa ha comportato un esborso aggiuntivo stimato in oltre 45 milioni di euro nel solo 2012, con possibili maggiori costi futuri fino a oltre 600 milioni di euro l'anno".

"A Novartis e Roche sono state imposte sanzioni rispettivamente di 92 e 90,5 milioni di euro", precisa un comunicato.

In una nota, annunciando appello, Novartis "respinge in maniera decisa le accuse relative a pratiche anti-concorrenziali", sostenendo che il farmaco Lucentis sia l'unico autorizzato e che la spesa sia "sotto controllo", pari nel 2012 allo 0,3% del totale della spesa farmaceutica per un importo pari a 51,2 milioni di euro, secondo il Rapporto dell'Osservatorio nazionale sull'impiego dei medicinali.

"I dati relativi al 2013 non si discostano da tale importo dal momento che la spesa per Lucentis nel periodo gennaio-settembre 2013 è stata pari a 38,6 milioni di euro", aggiunge Novartis.

Anche Roche ha respinto qualsiasi accusa di accordo con Novartis e ha annunciato ricorso contro la decisione.

- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia