Fiat-Chrysler, piu' libera in Canada senza incentivi pubblici - Marchionne

mercoledì 5 marzo 2014 10:19
 

GINEVRA, 5 marzo (Reuters) - Fiat-Chrysler preferisce operare in Canada libera dalle ingerenze dei politici, dice l'AD Sergio Marchionne, dopo la conferma degli investimenti in una nota di ieri sera.

"Non voglio che i politici ficchino il naso nella nostra spesa in conto capitale", ha detto l'AD.

"Non sono qua per soddisfare le ambizioni o l'ego dei politici", ha aggiunto, in merito alle contrattazioni con il governo canadese per beneficiare degli incentivi pubblici.

"Io ho un'attività da gestire, faccio macchine", ha detto. "Facendo le cose da solo sei molto piu' libero. La vita va avanti, noi dobbiamo fare automobili".

Stefano Rebaudo

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia