BORSE EUROPA - Indici stabili in attesa colloqui su Ucraina, male Subsea7, Adidas

mercoledì 5 marzo 2014 10:42
 

LONDRA, 5 marzo (Reuters) - 
 INDICI                         ORE 10,35   VAR %    CHIUS. 2013
 EUROSTOXX50                    3133,95     -0,08     3019
 FTSEUROFIRST300                1344,01     -0,06     1316,39
 STOXX BANCHE                    203,29      0,61      194,21
 STOXX OIL&GAS                   335,1      -0,39      335
 STOXX ASSICURAZIONI             230,6       0,03      228,22
 STOXX AUTO                      515,59      0,6       481,95
 STOXX TLC                       300,94      0,09      297,6
 STOXX TECH                      287,66      0,36      290,51
    
    Gli indici europei hanno aperto in lieve calo stamani,
stabilizzandosi dopo le forti variazioni delle ultime due sedute
per l'allentarsi delle tensioni in Ucraina, con Adidas e Subsea
7 tra i titoli con le performance peggiori.
   L'indice paneuropeo FTSEurofirst 300, che
ieri ha guadagnato il 2,02%, alle 10,35 italiane perde lo 0,04%
attestandosi a 1.344,25 punti.
    Il paniere delle blue chip Euro STOXX 50, che
ieri ha guadagnato il 2,7% dopo aver segnato il giorno prima il
peggior declino dal giugno dello scorso anno, mette a segno alla
stessa ora un calo dello 0,07% a 3.134,44.
    Guardando alle singole piazze, Francoforte -0,12%
Parigi -0,22%, Londra -0,33%.
    L'azionario europeo è salito ieri, recuperando una buona
fetta delle pesanti perdite della seduta precedente, dopo che il
presidente russo Vladimir Putin ha indicato il ricorso alla
forza nella vicina Ucraina come ultima ratio.
    Le parole di Putin sulla crisi in Crimea, interpretate come
un tentativo di ridurre le tensioni, hanno favorito una ripresa
dell'azionario globale. Ma gli analisti mettono in guardia dal
permanere del rischio volatilità.
    
    Tra i titoli in evidenza:
    Corre senza freni il Credito Valtellinese dopo
aver annunciato ieri, insieme ai conti 2013 e al nuovo piano
industriale al 2016, un aumento di capitale fino a 400 milioni
di euro. Intorno alle 10 il titolo è di nuovo in asta di
volatilità dopo un rialzo del 13,2% a 1,41 euro che si aggiunge
al +4,6% di ieri.
    Il fornitore di servizi petroliferi Subsea 7 perde
il 5,6%, titolo con la performance peggiore dell'indice
paneuropeo FTSEurofirst 300, dopo aver detto di attendersi un
calo degli ordini.
    La società tedesca di sportswear Adidas perde lo
0,7% dopo lo warning sui suoi risultati 2014.
    Carrefour guadagna il 2% dopo aver pubblicato
risultati rassicuranti e aver annunciato di voler investire di
più per risollevare i suoi ipermercati europei in difficoltà ed
espandersi in Cina e Brasile.
    Carmat perde il 10%, minimo da oltre due anni,
sulla notizia della morte del primo paziente con un cuore
artificiale prodotto dalla società francese, a due mesi e mezzo
dal trapianto.
    
    Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in
italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia