PUNTO 1-Seat Pg, assemblea approva azione responsabilità verso ex amministratori

martedì 4 marzo 2014 19:52
 

(Aggiunge dichiarazioni De Vivo, nota ex amministratori)

MILANO, 4 marzo (Reuters) - L'assemblea ordinaria di Seat Pagine Gialle ha approvato a larga maggioranza l'azione di responsabilità nei confronti di 17 ex amministratori della società, inclusi l'ex AD Luca Majocchi e l'ex presidente Enrico Giliberti, anche se alla fine le azioni legali potrebbero riguardare un numero inferiore di soggetti.

L'azione di responsabilità copre il periodo dal 2003 al 2012 e ipotizza un danno di circa 2,4 miliardi di euro.

All'assemblea era presente circa il 6% del capitale.

Tra gli ex amministratori coinvolti dall'azione ci sono anche l'attuale presidente del consiglio di Intesa Sanpaolo Gian Maria Gros Pietro, Lino Benassi, Maurizio Dallocchio, Antonio Belloni, Carmine Di Palo, Michele Marini, Marco Lucchini, Luigi Lanari, Dario Cossutta, Pietro Giovanni Masera, Antonio Tazartes, Marco Tugnolo, Nicola Volpi, Alberto Giussani e il defunto Alberto Cappellini, di cui si chiamano a rispondere gli eredi.

Tuttavia i tempi per un'azione sono ristretti, dal momento che nei casi di molti ex amministratori i termini di prescrizione sono molto ravvicinati. Ad esempio nel caso di Gian Maria Gros-Pietro è l'8 aprile prossimo e in quello di Luca Majocchi il 28 aprile.

"Abbiamo un problema di prescrizioni che incombono, alcuni atti di citazione che bloccano la prescrizione andranno fatti molto rapidamente", ha spiegato il presidente Guido De Vivo durante una conferenza stampa al termine dell'assemblea, prevedendo che le citazioni più urgenti partiranno entro 30-40 giorni.

De Vivo ha poi aggiunto "nello spazio di due tre mesi dovrebbero partire tutte le citazioni", ha detto.

De Vivo ha però sottolineato che nel concreto le azioni di responsabilità potrebbero non essere portate avanti contro tutti i 17 ex amministratori, in quanto bisognerà considerare il livello di responsabilità dei singoli coinvolti e il rapporto costo/benefici.   Continua...