RPT-Ucraina, uso forza ultima risorsa, Russia si riserva di usarla - Putin

martedì 4 marzo 2014 12:41
 

(Elimina refuso da titolo)

MOSCA/NOVO OGARYOVO, 4 marzo (Reuters) - L'uso della forza in Ucriana rappresenta l'opzione di "ultima istanza" ma la Russia si riserva di usarla se nella regione orientale del Paese, dove è presente un'ampia comunità di lingua russa, si sviluppasse una situazione "fuorilegge".

Lo ha detto il presidente russo Vladimir Putin, nella prima conferenza stampa dopo la deposizione del leader ucraino Viktor Yanukovich.

Qualsiasi intervento sarebbe "legittimo e all'interno del diritto internazionale", ha sottolineato Putin, definendo i gruppi armati che hanno occupati la Crimea "forze locali di autodifesa", e non soldati russi.

Mosca, ha assicurato l'inquilino del Cremlino, non intende provocare mosse separatiste in Crimea, nei confrotni della quale verrà comunque garantito un aiuto finanziario.

Putin ritiene che in Ucraina si sia verificato un colpo di Stato militare e che Yanukovich ne sia ancora il legittimo presidente, sebbene al momento senza poteri effettivi.

Il popolo ucraino vuole il cambiamento, ma non possono essere sostenuti "cambiamenti illegali". Yanukovich, ha tuttavia riconosciuto il leader russo, non ha futuro politico.

Se in Ucraina si terranno elezioni nell'attuale "clima di terrore", la Russia non ne riconoscerà i risultati.

Se Kiev non pagherà per intero le forniture di gas a febbraio, gli arretrati nei confronti di Mosca saliranno a 2 miliardi di euro dagli attuali 1,5-1,6 miliardi.   Continua...