Banco Popolare, aumento capitale da 31 marzo, verso conferma vertici

sabato 1 marzo 2014 16:53
 

di Andrea Mandala

LODI, 1 marzo (Reuters) - L'aumento di capitale di Banco Popolare da 1,5 miliardi di euro partirà il 31 marzo per concludersi il 17 aprile.

Lo ha detto l'AD dell'istituto Pier Francesco Saviotti a margine dell'assemblea che oggi ha approvato a larghissima maggioranza l'operazione di ricapitalizzazione.

L'aumento consentirà alla banca, tra i quindici istituti italiani sottoposti alle verifiche della Banca centrale europea e dell'autorita' bancaria Ue (Eba), di raggiungere un Common Equity Tier 1 calcolato con le metodologie Basilea 3 'fully phased' del 10,8%, superiore ai livelli obiettivo previsti.

"L'aumento partirà il 31 marzo e finirà il 17 aprile", ha detto l'AD.

Con l'operazione, ha ribadito Saviotti, la banca intende in primo luogo recepire le indicazioni dell'autorità di vigilanza, anche in vista della vigilanza unica europea della Banca centrale europea (Bce), e dotarsi fin da subito di elevati standard di patrimonializzazione.

Inoltre la ricapitalizzazione permetterà di migliorare il posizionamento competitivo dell'istituto in modo da potere "operare sul territorio in modo diverso da come fatto finora", e "più aggressivo", e dare dunque piena attuazione al piano industriale approvato giovedì sera dal Cda.

Infine, con "spalle più robuste", l'istituto potrà prendere in considerazione eventuali opportunità di aggregazione che potrebbero manifestarsi sul mercato.

"Non ci tireremo indietro ma non è il primo motivo dell'aumento di capitale", ha sottolineato Saviotti secondo cui lo scenario di M&A potrebbe chiarirsi solamente a valle dell'Asset quality review (Aqr) della Bce e dello Stress test dell'Eba.   Continua...