UniCredit, comitato strategico esamina linee guida piano, budget 2014-fonte

venerdì 28 febbraio 2014 19:08
 

MILANO, 28 febbraio (Reuters) - Il comitato strategico di UniCredit che si è riunito oggi ha esaminato le linee guida del nuovo piano della banca che potrebbe essere approvato già nel Cda dell'11 marzo, convocato per i conti 2013.

Lo riferisce una fonte vicina alla situazione aggiungendo che nella riunione odierna è stato preso in esame anche il budget 2014 nelle diverse aree in cui opera la banca.

Il piano si articolerà su tre perni fondamentali - imprese, banca commerciale e gestione dei crediti - e avrà un orizzonte temporale quinquennale fino al 2018.

Il precedente piano è stato annunciato a novembre 2011 e in più occasioni il Ceo Federico Ghizzoni aveva sottolineato che non ci sarebbe stato una riformulazione di quello esistente o un nuovo piano prima che i mercati si fossero stabilizzati.

Il momento potrebbe dunque essere quello buono visto che lo spread sembra essersi stabilizzato sotto quota 200 punti base (oggi è intorno a 185) e i mercati azionari si sono rasserenati. Già nel terzo trimestre l'Italia ha interrotto la lunga serie di trimestri negativi dal punto di vista della crescita e dal quarto trimestre in avanti è atteso il segno più.

Il piano vedrà un focus sulle imprese con un forte dettaglio geografico e territoriale, il consolidamento della banca commerciale anche in termini di sviluppo ulteriore della multicanalità, dell'internet banking e di nuovi prodotti e un'attenzione alla gestione dei crediti deteriorati in termini sia di maggiore disciplina sia di organizzazione dei processi.

Su quest'ultimo tema UniCredit sta studiando con Intesa Sanpaolo e KKR possibili soluzioni sui crediti ristrutturati per un valore iniziale di 1 miliardo, come riferito da fonti vicine alla situazione qualche settimana fa. La banca, inoltre sta ragionando sul futuro di UniCredit Credit Management Bank (Uccmb), specializzata nella gestione di crediti problematici per la quale ha riscontrato interesse da parte di numerosi fondi internazionali e potrebbe valutare una partnership strategica.

I prossimi appuntamenti istituzionali vedono per il 6 marzo, come sempre accade in vista dell'approvazione dei conti 2013, le riunioni di tutti gli altri comitati. L'11 marzo si riunirà il Cda per i conti del 2013. Non c'è ancora l'ufficialità sul fatto che in quella data verrà anche approvato il nuovo piano industriale.

  Continua...