Risanamento, Cda chiede parere a Mario Notari su operazione immobili francesi

giovedì 27 febbraio 2014 19:28
 

MILANO, 27 febbraio (Reuters) - Il cda di Risanamento ha richiesto un parere a Mario Notari in merito all'operazione di vendita degli immobili francesi, deliberata lo scorso 23 gennaio, e alla sua compatibilità con l'accordo di ristrutturazione del debito.

Lo dice una nota della società aggiungendo che il consiglio oggi ha preso atto dell'istanza di impugnazione presso il tribunale di Milano della delibera, presentata dagli azionisti Nuova Parva, Tradim e Zunino Investimenti Italia (Sistema Holding) basata sul presupposto che l'operazione di vendita degli immobili a Chelsfield/Olayan sia incompatibile con l'accordo di ristrutturazione.

Il consiglio si è attivata con i propri legali affinché il tribunale "decida quanto più rapidamente possibile" per poter dare attuazione a quanto deliberato.

Gli abbonati Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia