Luxottica, Ebit 2013 oltre 1 mld, vede crescita 2014 coerente con passato

giovedì 27 febbraio 2014 18:02
 

MILANO, 27 febbraio (Reuters) - Luxottica archivia il 2013 con un utile netto adjusted di 617 milioni, in aumento del 10,3%, con un dato per il solo quarto trimestre pari a circa 93 milioni (+9,1%).

Quanto al 2014, "pensiamo che sarà la naturale evoluzione dell'anno appena concluso. Questi primi mesi sono positivi a parte qualche sfavorevole fenomeno meteorologico e pongono le basi per una crescita del fatturato e della redditività coerente con il trend degli anni passati", commenta l'AD Andrea Guerra nella nota sui risultati.

"Riteniamo che i mercati maturi continueranno a contribuire positivamente al fatturato e alla redditività del gruppo e ci aspettiamo una crescita ancora più forte nei mercati emergenti, in cui stiamo investendo costantemente. Vogliamo essere ancora più domestici in Brasile, Cina, India, Messico e Turchia", prosegue.

Il Cda proporrà all'assemblea la distribuzione di un dividendo di 0,65 euro per azione ordinaria (da 0,58 pagati sul 2012). Il monte dividendi è pari a circa 308 milioni, con un payout intorno al 50% dell'utile netto consolidato adjusted.

I dati adjusted del 2013 - spiega il comunicato - escludono i costi non ricorrenti derivanti dalla riorganizzazione della nuova acquisita Alain Mikli International per circa 9 milioni sull'utile operativo, pari a circa 6 milioni dopo l'effetto fiscale; un costo per la verifica fiscale sui transfer pricing relativa al 2007 per 26,7 milioni e un ulteriore accantonamento prudenziale per la medesima verifica relativo agli anni successivi per 40 milioni, a cui "il gruppo ha ritenuto opportuno procedere di propria iniziativa".

Senza gli aggiustamenti, l'utile netto attribuibile al gruppo è pari a 544,7 milioni per l'intero 2013 (+1,9%) e a 25,9 milioni per il quarto trimestre (-65,4%).

Nel quarto trimestre del 2013, l'utile operativo si attesta a 164 milioni (+1,9%), il risultato operativo adjusted dell'intero 2013 supera il miliardo di euro (1.065 milioni, +7,3%).

I ricavi, come anticipato a fine gennaio, ammontano a 7,3 miliardi.

Nel 2013 il gruppo ha realizzato una generazione di cassa adjusted pari a 648 milioni e l'indebitamento netto al 31 dicembre è diminuito a 1.461 milioni (1.662 milioni a fine 2012), con un rapporto indebitamento netto/Ebitda adjusted pari a 1,0 rispetto a 1,2 a fine 2012.   Continua...