28 febbraio 2014 / 11:44 / 4 anni fa

Monetario, overnight visto in area 0,20% dopo scadenza fine mese

MILANO, 28 febbraio (Reuters) - Il fine mese provoca qualche tensione al rialzo sui tassi del mercato monetario, che dovrebbe tuttavia rientrare la prossima settimana, in un quadro di liquidità in eccesso che nelle ultime settimane si mantiene sostanzialmente stabile, tra i 120 e i 130 miliardi di euro.

Anche il mercato monetario pondera gli importanti dati sui prezzi nella zona euro giunti questa mattina, a meno di una settimana dal prossimo meeting Bce.

L‘inflazione preliminare di febbraio si è attestata allo 0,8% tendenziale, in linea con la rilevazione del mese precedente : è un dato leggermente migliore delle previsioni (che indicavano un ulteriore calo allo 0,7%) ma che non allenta i timori di deflazione che gravano sulla regione.

“L‘indicazione che ci arriva dal dato è che probabilmente Draghi non taglierà i tassi la settimana prossima” afferma un tesoriere da Milano.

“Ma se i numeri sono questi rimane l‘opzione che la Bce prima o poi faccia qualcosa” prosegue il tesoriere, ricordando che la curva Eonia swap appare in questo momento piatta sul tratto 3-12 mesi, su valori inferiori a quelli del segmento più breve. “Un‘idea di ribasso dei tassi Bce, anche se non marcatissima, il mercato la sconta”.

BCE VALUTA SITUAZIONE

Sono diverse le misure a sostengo della liquidità che, si ipotizza, la Bce potrebbe adottare nel corso del 2014. Oltre al più volte citato taglio in negativo del tasso sui depositi overnight, gli operatori guardano al lancio di un programma di quantitative easing, attraverso la mancata sterilizzazione della liquidità in eccesso generata dal programma Smp (attualmente pari a 175,5 miliardi di euro).

“Sono tutte armi a disposizione di Francoforte, ma non vedo un loro utilizzo nell‘immediato, credo molto dipenderà anche da quali saranno le proiezioni trimestrali sull‘inflazione e in generale sull‘economia che la Bce pubblicherà la settimana prossima” riferisce il tesoriere.

Attorno alle ore 12 su General Collateral Italia l‘overnight passa di mano allo 0,30%, il tom/next allo 0,25%, lo spot/next allo 0,23%.

“Oggi l‘overnight risente dello scavalco del mese, mentre tom e spot sono già in rientro, dopo aver scambiato tra ieri e l‘altro ieri anche oltre lo 0,40%” afferma un trader milanese, attivo sul segmento repo. “Per la settimana prossima vedo un brevissimo che si assesta sullo 0,20%, senza particolari rialzi, anzi magari un paio di centesimi sotto, d‘altra parte la situazione della liquidità resta immutata”.

LIQUIDITÀ COSTANTE

Nei due p/t di questa settimana si è avuta una conferma di livelli di liquidità in scadenza: 94,036 miliardi assegnati nel finanziamento a 7 giorni di martedì scorso sui 92,868 in rientro e 6,297 miliardi assegnati nell‘operazione trimestrale di mercoledì su 5,962 in scadenza. E Francoforte ha drenato tutta la liquidità prevista nell‘operazione settimanale di sterilizzazione.

Sul fronte della liquidità a lungo termine, questa settimana le banche restituiranno alla Bce fondi per 3,012 miliardi, cifra non lontana dai 2,845 miliardi rientrati questa settimana: un dato che conferma la stabilizzazione del flusso dei rimborsi, dopo il picco di fine 2013.

Sul segmento cash del mercato monetario l‘overnight quota allo 0,20/30% mentre tom e spot a 0,09/19%, contro una media Eonia che, tra venerdì scorso e ieri pomeriggio, è scesa progressivamente dallo 0,171% allo 1,162%. Stabile invece l‘Euribor trimestrale, rimasto in settimana entro il range 0,286-0,289%.

Resto alta la richiesta di liquidità attraverso il canale Optes, sia per via della convenienza del tasso rispetto a quello di mercato, sia in particolare oggi per la scadenza del mese. Il Tesoro ha assegnato stamane fondi overnight per 6,207 miliardi di euro a 5 soggetti, al tasso medio dello 0,13222%, a fronte dei 4,226 miliardi in rientro dall‘asta di ieri mattina.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below