Electrolux, Renzi annuncia incontro a Roma a breve, è priorità

mercoledì 26 febbraio 2014 13:54
 

ROMA, 26 febbraio (Reuters) - La vertenza Electrolux è una priorità per il governo e presto le trattative, per evitare la chiusura di stabilimenti italiani e il taglio dei salari dei circa 6.000 lavoratori, riprenderanno a Roma.

Lo ha annunciato stamani il neo presidente del Consiglio, Matteo Renzi, nel corso di una conferenza stampa a Treviso, spiegando come mai, contrariamente alle attese, non avesse incontrato i lavoratori dello stabilimento di Susegana durante la sua visita odierna nella città veneta, la prima dal suo insediamento alla guida dell'esecutivo.

La multinazionale svedese ha quattro stabilimenti in Italia, tutti al Nord, uno dei quali in Veneto, a Susegana (Treviso).

"No, avremo un incontro a Roma con le lavoratrici e i lavoratori di tutti gli stabilimenti nei prossimi giorni. La vertenza è sul tavolo del governo e la sento particolarmente forte e presente nell'elenco delle priorità che ho sul tappeto", ha detto Renzi a chi gli chiedeva se avesse incontrato le Rsu di Electrolux a margine nel corso della sua visita.

In precedenza l'ufficio stampa di palazzo Chigi aveva spiegato che, a seguito della riunione del tavolo Electrolux che verrà convocato nei prossimi giorni presso il ministero dello Sviluppo economico, verrà organizzato un incontro fra tutte le parti a Palazzo Chigi.

Senza un rifinanziamento della decontribuzione sui contratti di solidarietà, Electrolux taglierà i salari dei lavoratori fino al 14% in un triennio, lamentando l'eccessivo costo del lavoro in Italia. Annunciati anche circa 800 esuberi nei diversi siti.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia