February 21, 2014 / 12:06 PM / 3 years ago

Monetario, tassi si stabilizzano in area 0,20% dopo riversamenti

4 IN. DI LETTURA

MILANO, 21 febbraio (Reuters) - Il mercato monetario si avvia a chiudere una settimana in cui i riversamenti fiscali hanno causato qualche centesimo di rialzo sui tassi a brevissimo, che dovrebbero comunque confermarsi nei in area 0,20% nei prossimi giorni, in vista dell'imminente scadenza del fine mese.

"Nei giorni scorsi abbiamo avuto un rialzo di qualche centesimo su tom e spot, soprattutto su repo, attorno a 0,22-0,23%; oggi siamo leggermente sotto, ma più o meno questi sono i valori coerenti con la situazione attuale della liquidità" afferma un operatore attivo sul segmento repo, da Milano.

Attorno alle 12,20 su General Collateral Italia l'overnight passa di mano allo 0,18%, il tom/next allo 0,19%, lo spot/next allo 0,23%.

La tornata di riversamenti fiscali di febbraio si è svolta nella parte finale di questa settimana e avrà un'ultima giornata quella di lunedì: le uscite complessive dai conti correnti italiani, stimate dalle tesorerie, si aggirano sui 30 miliardi di euro.

"Passato lunedì, e quindi i riversamenti, si avvicina comunque la scadenza del mese, quindi vedo il brevissimo che la prossima settimana dovrebbe stabilizzarsi su questo 0,20%" prosegue l'operatore. "Poi con l'inizio di marzo, considerando anche la riduzione delle esigenze di liquidità fisiologica dell'ultima settimana del periodo di mantenimento, potrebbe esserci una discesa dei tassi sullo 0,15%".

liquidità Costante

Intanto La Bce ha annunciato che la prossima settimana verranno rimborsati fondi a lungo termine da parte delle banche per 2,845 miliardi di euro, una cifra leggermente superiore alle attese (fissate a 1 miliardo di euro in un sondaggio Reuters) ma che conferma una sostanziale stabilizzazione del flusso dei rimborsi dopo il picco visto a fine dicembre.

Martedì scorso il p/t a 7 giorni ha registrato richieste di liquidità da parte delle banche praticamente invariate: 92,868 miliardi contro i 93,282 in scadenza, mentre nell'operazione settimanale di drenaggio la Bce ha raccolto l'intera cifra target di 175,5 miliardi.

"L'eccesso di liquidità nel sistema si è mantenuto stabile tra i 140 e i 170 miliardi in queste settimane, e ciò si è riflesso in una sostanziale stabilità dei tassi, al di là di qualche oscillazione temporanea" afferma il tesoriere di una delle maggiori banche italiane.

Sul segmento cash del mercato monetario overnight, tom e spot quotano allo 0,08/18%, contro una media Eonia che è salita progressivamente, tra venerdì scorso e ieri, dallo 0,144% allo 1,169%. Stabile invece l'Euribor trimestrale nel corso di questa settimana tra lo 0,286 e lo 0,288%, con un fixing stamane allo 0,287%.

In tale contesto di tassi si conferma l'interesse degli operatori per i canale Optes, con richieste regolari in tutta l'ulima settimana. Nell'asta di questa mattina sono stati assegnati fondi per 2,55 miliardi di euro a tre soggetti, al tasso medio dello 0,10%.

"Con tassi di mercato in area 0,20% è ovvio che la liquidità Optes continui a risultare piuttosto competitiva per molto operatori" conclude il tesoriere.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below