PUNTO 1-Risanamento, offerta Barrack-Zunino con Opa a 0,25 euro, soci freddi

venerdì 21 febbraio 2014 11:50
 

* Offerta cash a banche a 0,20 euro/azione, Opa obbligatoria a 0,25

* Fredda prima reazione banche a nuova offerta, simile a precedente

* Proseguono trattative con Bizzi per evitare sequestro preventivo (Riscrive con dettagli, nuove fonti)

MILANO, 21 febbraio (Reuters) - L'offerta di Tom Barrack e Luigi Zunino su Risanamento, anticipata dai giornali e confermata ieri dalla società su sollecitazione Consob, prevede l'acquisto delle quote in mano alle banche e a Sistema Holding da parte del veicolo Oui (30%Zunino e 70% Colony Capital Acquisitions) a 0,20 euro per azione e il successivo lancio di un'Opa obbligatoria a 0,25 euro.

Il titolo, che ieri ha chiuso in rialzo del 12,3% a 0,238 euro sulla notizia, è salito stamani fino a 0,247 euro per poi passare in lieve calo.

Non è la prima volta che Zunino prova a riconquistare la società immobiliare da lui fondata e controllata fino al 2009, quando per un soffio venne evitato il fallimento; aveva tentato da solo lo scorso giugno con un'offerta da 0,25 euro per una Risanamento che doveva mantenere gli asset francesi e lasciare alle banche l'area di sviluppo Milano Santa Giulia; ci aveva riprovato con una formula simile, ma insieme al ben più liquido Tom Barrack, all'inizio di quest'anno. il Cda di Risanamento ha però preferito un'offerta avanzata da Chelsfield/The Olayan Group per i soli immobili parigini, unica preda ambita tra gli asset di Risanamento.

OFFERTA NON MOLTO DIVERSA DA PRECEDENTE, BANCHE SCETTICHE

Anche oggi l'orientamento delle banche, divenute azioniste di controllo con quasi il 64% del capitale attraverso la ristrutturazione dei debiti, non appare sostanzialmente mutato.   Continua...