Marr vede Ebitda margin 2013 migliore di 6,7-6,8% stima precedente

giovedì 20 febbraio 2014 14:04
 

MILANO, 20 febbraio (Reuters) - Marr stima per il 2013 un Ebitda margin migliore del 6,7-6,8% previsto: l'effetto diluitivo derivante dall'acquisizione di Scapa, la maggiore nella storia del gruppo, è stato infatti inferiore a quanto inizialmente stimato.

"L'integrazione di Scapa e il ridisegno logistico stanno andando bene per cui siamo oltre le attese iniziali rispetto all'obiettivo di un Ebitda margin del 7% per il 2015", ha detto a Reuters una fonte della società.

Per il 2014 la guidance di Ebitda margin è intorno al 7%.

La società attiva nei servizi alla ristorazione fuori casa ha messo a segno una crescita organica del 2-3% l'anno scorso in un mercato in flessione del 2,7% (dati ufficio studi di Confcommercio relativi a "alberghi pasti e consumazioni fuori casa"). Quest'anno punta a crescere del 3% in un mercato atteso intorno allo zero per aumentare di mezzo punto una quota attualmente al 13% dall'8-9% del debutto in borsa nel giugno 2005.

Non sono previste nell'immediato altre acquisizioni; secondo gli analisti, Marr è un "consolidatore naturale" in un mercato notevolmente frammentato e ha ancora ampi margini di crescita per linee esterne.

"Oltre a lavorare sull'integrazione di Lelli (acquisita nel 2012 ndr) e Scapa, attueremo una maggiore omogeneizzazione delle nostra attività di forniture ai Bar, un segmento molto interessante, nel quale continueremo a crescere anche per linee esterne", fa sapere la fonte.

Il titolo Marr ha toccato nei giorni scorsi un massimo storico a 13,4 euro avendo messo a segno un rialzo del 55% circa nel corso dell'ultimo anno.

(Maria Pia Quaglia)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia