Cina, Pmi flash Hsbc manifattura su minimi da 7 mesi spaventa mercati

giovedì 20 febbraio 2014 08:31
 

PECHINO, 20 febbraio (Reuters) - L'attività manifatturiera in Cina si è contratta ancora nel mese di febbraio, spaventando i mercati della regione.

L'indice flash a cura di Markit/Hsbc è sceso su un minimo da sette mesi a 48,3 dalla lettura finale di gennaio di 49,5, di nuovo sotto la soglia di 50 che separa contrazione da crescita.

Il sottoindice sull'occupazione è sceso per il quarto mese di seguito a 46,9, minimo da febbraio 2009.

I timori sul rallentamento dell'economia cinese ha spinto l'indice di Shanghai ad azzerare i guadagni e portare in netto calo i mercati asiatici. Anche il rendimento dei Treasuries Usa decennali sono scesi al 2,712% dopo il Pmi cinese a fronte della chiusura di ieri a 2,734%, mentre lo yen, che spesso si muove come asset-rifugio, si è rafforzato a fronte, ad esempio, di un forte indebolimento del dollaro australiano.

Alcuni analisti mettono però in guardia dal dare troppo peso a questi dati, elaborati su un periodo più breve del solito a causa delle festività del nuovo anno lunare, iniziate il 31 gennaio e protrattesi fino a inizio febbraio.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia