Panama, ancora nessun accordo con consorzio mentre si avvicina scadenza

mercoledì 19 febbraio 2014 08:40
 

PANAMA CITY/MADRID, 19 febbraio (Reuters) - Il canale di Panama e il consorzio Sacyr -Impregilo stanno continuando a discutere le opzioni per mantenere in vita il progetto di espansione del canale, arenatosi per una disputa sugli extra-costi, ma un accordo sembra al momento improbabile nonostante l'avvicinarsi della scadenza.

Il contenzioso tra le parti su chi debba sostenere 1,6 miliardi di costi aggiuntivi ha già portato a una sospensione dei lavori per due settimane e fatto slittare il completamento dell'opera almeno a dicembre 2015. Ritardi che potrebbero costare milioni di dollari a Panama in mancate entrate dal passaggio delle navi.

"L'Autorità del Canale di Panama riferisce che nonostante gli sforzi per trovare un accordo con il consorzio Grupos Unidos por el Canal per riprendere i lavori sulla base del nuovo progetto, le posizioni tra le due parti restano distanti", dice una nota. "Anche se la scorsa settimana, nel corso delle trattative, sembrava si fosse trovato un accordo su alcuni punti, c'è stato un profondo disaccordo nel momento di metterli per iscritto", aggiunge spiegando che le parti hanno deciso di riprendere le negoziazioni questa mattina.

Mercoledì scorso l'amministratore dell'Autorità Jorge Quijano ha indicato un obiettivo di non più di una settimana per trovare un accordo per far ripartire il progetto, una scadenza che dovrebbe scadere nelle prossime ore. Quijano ha già minacciato l'annullamento del contratto e la ricerca di nuovi interlocutori se non si arrivasse a un accordo.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia