Buzzi cede stabilimenti ad austriaca Wietersdorfer in cambio quote società

martedì 18 febbraio 2014 18:51
 

MILANO, 18 febbraio (Reuters) - Buzzi Unicem ha ceduto all'austriaca Wietersdorfer uno stabilimento e concesso la facoltà di comprare un'altra fabbrica, e contestualmente ha acquisito una quota del 25% del capitale di w&p Cementi e di Salonit Anhovo Gradbeni Materiali, controllate di Wietersdorfer. Gli asset vengono valutati entrambi 22 milioni di euro.

Buzzi, si legge in un comunicato, cede a w&p Cementi lo stabilimento sito a Cadola (Belluno), con capacità produttiva annua pari a circa 0,3 milioni di tonnellate, nonché la facoltà per Wietersdorfer, da esercitarsi entro cinque anni, di acquistare, senza pagamento di ulteriore corrispettivo, lo stabilimento di Travesio (Pordenone), con capacità produttiva annua di circa 0,4 milioni di tonnellate.

In cambio, Buzzi riceve il 25% del capitale di w&p Cementi e della slovena Salonit Anhovo Gradbeni Materiali.

Attualmente, w&p Cementi detiene un centro di macinazione in San Vito al Tagliamento (Pordenone), con capacità produttiva annua pari a circa 0,3 milioni di tonnellate, mentre Salonit Anhovo Gradbeni Materiali è proprietaria di una cementeria a ciclo completo in Slovenia, recentemente rinnovata, con capacità produttiva annua pari a circa 1,3 milioni di tonnellate.

Per leggere il comunicato integrale, i clienti Reuters possono cliccare su

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia