Pop Vicenza, operazioni M&A non imminenti, con aumento CET1 a 12,5%

martedì 18 febbraio 2014 17:30
 

VICENZA, 18 febbraio (Reuters) - Eventuali operazioni di integrazione o acquisizione da parte di Pop Vicenza non sono imminenti e non riguardano necessariamente solo Pop Etruria o Veneto Banca. Intanto, l'aumento di capitale fino a un miliardo annunciato oggi servirà a portare il common equity Tier 1 dell'istituto al 12,5%.

Lo hanno detto i vertici della banca in occasione di una conferenza stampa.

"Veneto Banca e Banca Etruria sono due operazioni che stiamo esaminando così come altre", ha detto il presidente Luigi Zonin che ha sottolineato che non sono ancora stati avviati dei negoziati. Eventuali operazioni di M&A, ha proseguito, non sono imminenti, "se ne parla dopo le assemblee".

Il Cda di Pop Vicenza ha deliberato di procedere all'avvio di un aumento di capitale fino a 1 miliardo di euro destinato a eventuali operazioni straordinarie di crescita oltre che al rafforzamento patrimoniale per allinearsi ai maggiori standard bancari europei. Il DG Samuele Sorato ha sottolineato che il common equity Tier 1 salirà con la ricapitalizzazione al 12,5% dal Core Tieri 1 al 9% raggiunto il 30 giugno scorso.

(Andrea Mandalà)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia