Ferrari, in 2013 fatturato e utili record, meno vetture vendute

martedì 18 febbraio 2014 16:06
 

MILANO, 18 febbraio (Reuters) - Ferrari archivia il 2013 con un utile netto che supera i 246 milioni di euro (+5,4%), un utile della gestione ordinaria arrivato a quota 363,5 milioni (+8,3%) e fatturato in crescita del 5% a 2,3 miliardi.

Dopo il 2012, miglior anno nella storia, la società del gruppo Fiat ha deciso una riduzione del numero di vetture vendute per mantenerne alta l'esclusività e incrementarne il valore nel tempo, migliorando i risultati economici, sottolinea una nota. "E così è stato: a fronte di una riduzione delle vendite il 2013 ha chiuso con fatturato, utili e posizione finanziaria da record", si legge nel comunicato.

Le vetture omologate consegnate alla rete sono scese a 6.922 unità (-5,4%).

La posizione finanziaria industriale netta a fine 2013 è positiva per 1,36 miliardi di euro, la migliore della storia dell'azienda.

Nel 2013 il gruppo ha realizzato vendite record negli Usa con 2.035 consegne, un incremento del 9% sull'anno precedente.

La Gran Bretagna con 677 vetture omologate consegnate alla rete batte i precedenti primati di vendite e diventa il primo mercato europeo superando la Germania, dove invece le consegne sono state ridotte di circa un centinaio per un totale di 652 unità.

Nel resto dell'Europa spicca ancora una volta il dato negativo dell'Italia, "un Paese diventato marginale per il settore delle auto di lusso: con 205 consegne rappresenta ormai meno del 3% delle vendite Ferrari a livello mondiale".

  Continua...