RPT - Cir perde oltre 3%, pesa annuncio Sorgenia su un mese autonomia

martedì 18 febbraio 2014 13:05
 

(aggiunge in titolo riferimento a Sorgenia)

MILANO, 18 febbraio (Reuters) - Cir in deciso ribasso a Piazza Affari, penalizzata dai problemi della controllata nel settore dell'energia Sorgenia che ha ieri sera annunciato di avere solo un mese di autonomia in assenza di un accordo con le banche finanziatrici sulla moratoria del debito.

Intorno alle 12,40 il titolo cede il 3,3% a 1,118 euro per azione.

"E' difficile che oggi qualcuno compri titoli Cir. Pesano i timori di rinegoziazione del debito e nel dubbio si vende", afferma un trader.

In una nota Intermonte sottolinea che "in settimana dovrebbe esserci un nuovo incontro con le banche, che avrebbero chiesto a Cir di contribuire all'aumento di capitale di Sorgenia per 300 milioni, mentre Cir sarebbe disposta a iniettare solo 100 milioni".

Sorgenia, partecipata al 46% dall'austriaca Verbund, alle prese con la crisi del settore dell'energia elettrica e gas, sta negoziando una moratoria con le banche fino a giugno sul rimborso dei debiti che hanno raggiunto quota 1,8 miliardi di euro.

(Giancarlo Navach)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia