BoJ conferma ritmo QE nonostante Pil debole,per Kuroda economia in linea

martedì 18 febbraio 2014 08:55
 

TOKYO, 18 febbraio (Reuters) - Banca del Giappone ha mantenuto inalterata la propria politica ultra-espansiva a sostegno della ripresa e la propria valutazione ottimista sul quadro congiunturale ignorando i recenti segnali di rallentamento della crescita.

In linea alle attese di mercato e analisti al termine della riunione di politica monetaria, il consiglio ha deciso con voto unanime, di confermare il ritmo del programma 'quantitative easing' a 60-70.000 miliardi di yen al mese. Prorogati di un anno anche tre meccanismi mirati a favorire i prestiti bancari che sarebbero scaduti il mese prossimo.

Il governatore della banca centrale Haruhiko Kuroda, nel corso di una conferenza stampa, ha detto che l'economia giapponese si sta muovendo in linea con le previsioni della Banca del Giappone; affermazione che suggerisce che, per il momento, non è necessaria un'ulteriore espansione della politica monetaria.

Banca del Giappone ha anche esteso di un anno oltre alla scandenza di marzo delle linee di credito speciali, erogate in fretta e furia fra il 2010 e il 2012, per stimolare la concessione di credito bancario. Questo raddoppia i fondi disponibili alle istituzioni finanziarie attraverso le varie linee di credito nella speranza che aumentino gli impieghi.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia