Forex, deboli dati Usa pesano su dlr, euro a massimi 3 settimane

lunedì 17 febbraio 2014 15:04
 

NEW YORK, 17 febbraio (Reuters) - L'euro si conferma ben
intonato sul dollaro anche se sotto i massimi di giornata, in un
clima di cautela nei confronti del biglietto verde alimentato
dai deboli dati manifatturieri Usa pubblicati venerdì scorso.
    La seduta vede peraltro un volume di scambi limitato sul
mercato valutario a causa della chiusura odierna per festività
delle piazze finanziarie statunitensi.
    Ogni dato inferiore alle attese sull'economia Usa
contribuisce a ravvivare regolarmente la speculazione circa un
possibile rallentamento del percorso di riduzione dello stimolo
monetario da parte della Fed, che finora ha ridotto il proprio
programma di acquisto asset di 10 miliardi di dollari ad ogni
meeting.
    Nel primo pomeriggio l'euro/dollaro tratta in area 1,37,
dopo essere salito nella prima parte della seduta fino a quota
1,3723, ai massimi da tre settimane.
    Il dollaro recupera qualche posizione nei confronti dello
yen. Dopo aver toccato nella notte un minimo dallo scorso 6
febbraio a 101,40, il cambio è risalito in vista di quota 102 a
seguito del dato di questa mattina sul Pil giapponese del quarto
trimestre, in crescita ma meno delle attese.
    "C'è un tema generale di debolezza del dollaro" spiega lo
strategist di Commerzbank Peter Kinsella. "I dati (Usa) sono
stati molto disomogenei nelle ultime sei-otto settimane e le
aspettative di un rialzo dei tassi negli Usa si sono
ridimensionate".
    
                             ORE 14,55               CHIUSURA
 EURO/DOLLARO         1,3701/03                 1,3690  
 DOLLARO/YEN          101,90/91                 101,77  
 EURO/YEN          139,58/61                 139,39 
 EURO/STERLINA     0,8190/94                 0,8175   
 ORO SPOT         1.326,74/7,96          1.318,50/9,37 
    
    
    Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in
italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia