Mps, Viola e Profumo restano al loro posto - fonte

martedì 14 gennaio 2014 18:04
 

SIENA, 14 gennaio (Reuters) - Il presidente di Banca Mps Alessandro Profumo e l'AD Fabrizio Viola non si dimettono e resteranno al loro posto.

Lo ha detto una fonte a diretta conoscenza della vicenda dopo il Consiglio di amministrazione, il primo dopo l'assemblea del 28 dicembre in cui la Fondazione azionista ha fatto slittare a oltre il 12 maggio l'aumento da 3 miliardi che i due manager volevano lanciare a gennaio.

"Si", ha detto la fonte a chi gli ha chiesto se il duo di comando della terza banca italiana avesse deciso di restare.

Profumo e Viola avevano detto che una eventuale decisione sulle loro possibili dimissioni, per le divergenze di strategia per il timing dell'aumento con il loro azionista di riferimento, la Fondaziona Mps, sarebbe stata presa e comunicata in occasione del primo consiglio di amministrazione.

Ieri, dopo aver incontrato il ministro dell'Economia Fabrizio Saccomanni, i sindacati dei bancari avevano detto di aspettarsi un esito positivo senza le dimissioni dei due banchieri.

Analoghe aspettative sono state raccolte tra fonti bancarie che stanno seguendo questo dossier.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia