Telecom Italia, Catricalà: non vendere Tim Brasil, è strategica

martedì 14 gennaio 2014 12:31
 

ROMA, 14 gennaio (Reuters) - Il vice ministro allo Sviluppo Antonio Catricalà ritiene che Tim Brasil sia strategica per Telecom Italia, e che una sua vendita indebolirebbe l'ex monopolista italiano delle comunicazioni, facilitando anche l'alienazione della rete.

"Spero che questo non accada. Credo che Tim Brasil sia strategica per Telecom, certamente non lo è per lo Stato Italiano, ma per Telecom sì", ha detto Catricalà rispondendo a una domanda del quotidiano online Huffington Post.

"C'è preoccupazione, anche perché se vendesse anche Tim Brasil avrebbe ancora meno spinta a liberarsi della rete".

"Io non voglio indebolire Telecom, anzi per noi Telecom è un'industria nazionale importante, con tanta intelligenza da salvaguardare e tante competenze da sviluppare", ha aggiunto Catricalà. "È un bene da tutelare, non possiamo accettare di farne una sorta di bad company".

Nei primi giorni dell'anno la spagnola Telefonica ha smentito l'ipotesi di takeover dell'unità brasiliana di Telecom, dopo una serie di voci e alcuni articoli di stampa. Prima della smentita, il titolo di Telecom aveva registrato un'impennata a Piazza Affari.

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia