Mps, sindacati escludono dimissioni vertici dopo incontro Saccomanni

lunedì 13 gennaio 2014 15:01
 

ROMA, 13 gennaio (Reuters) - Il ministro dell'Economia Fabrizio Saccomanni non si aspetta che nel cda di Banca Mps di domani emergano nuove radicalizzazioni e da queste parole i sindacati che lo hanno incontrato al ministero tendono a escludere che il presidente Alessandro Profumo e dell'Ad Fabrizio Viola si dimetteranno.

Una fonte sindacale ha riferito la risposta avuta dal ministro nel corso dell'incontro su Mps.

"Il ministro ha detto che 'non ci sarà nessuna radicalizzazione o esasperazione nel cda di domani', lasciando intendere che i manager resteranno al proprio posto", ha detto la fonte sindacale.

Il segretario della Fisac Cgil Agostino Megale, anche lui presente all'incontro con il ministro, ha chiarito che "il ministro non ha fatto riferimento a quale potranno essere le decisioni dei manager. La nostra senzazione e il nostro augurio è che restino".

(Stefano Bernabei)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia