Mediolanum, Banca Generali forti in borsa dopo numeri raccolta

venerdì 10 gennaio 2014 15:23
 

MILANO, 10 gennaio (Reuters) - Mediolanum e Banca Generali con il vento in poppa oggi in borsa nel clima di ottimismo che sul mercato investe in risparmio gestito quotato dopo i dati di raccolta di dicembre, resi noti questa settimana.

L'ultima a pubblicare i numeri degli afflussi è stata oggi Banca Mediolanum che, con 565 milioni di sottoscrizioni nell'ultimo mese del 2013, ha visto lievitare la raccolta annua a 3,337 miliardi. La più redditizia raccolta netta di fondi e gestioni del mese, a 424 milioni (421 secondo la metodologia Assogestioni), porta il saldo complessivo 2013 a 4,583 miliardi (4,261 miliardi per l'intero anno in base ai calcoli dell'associazione di categoria).

Il titolo Mediolanum, già forte prima della diffusione dei dati, si è rafforzato ulteriormente aggiornando i massimi da metà 2007 circa a 6,64 euro, un rialzo del 4,5% circa.

Lo spunto di acquisto odierno sul titolo Banca Generali, secondo un trader, sarebbe il reclutamento di un consulente accreditato di un portafoglio di circa 150 milioni di euro di cui dà notizia il quotidiano Mf. Il titolo ha aggiornato il record storico oggi spingendosi fino a 24,34 euro con un balzo del 5%.

All'indomani della pubblicazione delle sottoscrizioni mensili della controllata del gruppo Generali - Kepler ha confermato la raccomandazione "buy" sul titolo e rivisto al rialzo il prezzo obiettivo a 24 da 22 euro. Ha arrotondato il target price - a 25 da 22,5 euro - anche Main First, reiterando il giudizio "outperform".

"Nonostante il forte rally, continuiamo a giudicare il titolo molto attraente, perchè offre un eccellente mix fra un elevato rendimento da dividendo... e il profilo di crescita", osserva Kepler in un report datato ieri.

In sintonia l'altro broker che sottolinea come il titolo "anche assumendo che il contributo dei fondi Ltro scenda a zero dopo il 2014... a 14,5 volte gli utili attesi nel 2015 tratta a sconto rispetto ai concorrenti italiani quotati". Main First, in particolare, vede un potenziale di apprezzamento del 10% rispetto al proprio prezzo obiettivo di 25 euro.

Ben comprata infine anche la terza concorrente Azimut . Il titolo resta sui massimi storici segnati ieri dopo aver reso nota una raccolta per 285 milioni, oltre 3,2 miliardi nel 2013.

  Continua...