RPT-Btp rifiatano dopo rally inizio 2014, attesa asta medio lungo

venerdì 10 gennaio 2014 13:16
 

MILANO, 10 gennaio (Reuters) - Andamento in leggero calo per
il mercato obbligazionario che, dopo una settimana all'insegna
della brillantezza, scandita dall'abbondante offerta delle
emittenti sovrane della periferia, riprende fiato, in vista
dell'asta di lunedì, la prima a medio-lungo termine nel
calendario 2014 del Tesoro.
   La tornata di collocamenti di metà mese ha preso il via
stamane con l'asta dei Bot annuali, collocati per 8,5 miliardi,
l'intero importo offerto, allo 0,735%. 
    Un rendimento in salita rispetto allo 0,707% pagato il mese
scorso, ma che resta comunque nei pressi del minimo storico
dello 0,688% segnato a novembre.
    "I rendimenti sul segmento monetario restano sostanzialmente
sui minimi storici. Sicuramente tassi così bassi, se verranno
mantenuti nel corso di quest'anno, rendono più facile per
l'Italia raggiungere gli obiettivi di finanza pubblica",
commenta Chiara Manenti di Intesa Sanpaolo.
    Tornando al secondario, dopo il rally pressocchè
ininterrotto dall'inizio dell'anno, da ieri pomeriggio si è
ravvisata una certa debolezza dei titoli italiani e dell'intero
comparto periferico, impegnato nella digestione dei collocamenti
irlandesi, portoghesi e spagnoli degli scorsi giorni, mentre
incombe l'offerta italiana.
        Intorno alle 13 il rendimento del decennale italiano
sale al 3,903% dal 3,901% del finale di seduta di ieri
, e lo spread nei confronti dell'analoga scadenza
del Bund sale di 1 punto base quota 201, dopo
essersi stretto nella mattinata di ieri fino a 192 punti base,
minimo dal 4 luglio 2011. 
    "Il mercato è un po' schiacciato dalla pressione dei
collocamenti dei giorni scorsi, e chiaramente dalla prospettiva
dell'asta di lunedì, ma complessivamente l'intonazione  resta
positiva, e l'appetito per i rendimenti che ha spinto i Btp
negli ultimi giorni resta tutto", dice un'operatore di una banca
italiana specialista.
    Nel collocamento a medio lungo di lunedì verranno proposti
1,25-1,75 miliardi del Btp 15 anni settembre 2028
, 3,5-4 miliardi del nuovo Btp 3 anni dicembre
2016 e soprattutto 2-2,5 miliardi del Btp 7 anni
maggio 2021, collocato lo scorso anno via sindacato e che lunedì
debutterà nel piano dell'offerta regolare. 
    "E' un settore della curva abbastanza 'cheap', che ha
performato meno rispetto all'area 5 e 10 anni negli ultimi
tempi. L'asta dovrebbe essere un'occasione per comprare, non
vedo problemi particolari", dice il dealer, che prevede per il
secondario una nuova fase positiva una volta superato lo scoglio
del collocamento lunedì.
    Poco prima delle 13 il Btp 7 anni rende 3,25%, in calo di 2
centesimi rispetto all'ultima chiusura.
=========================== 12,57 ============================
FUTURES BUND MARZO          139,73   (+0,17)
FUTURES BTP DICEMBRE        116,41   (invar.) 
BTP 2 ANNI (NOV 15)     103,523  (+0,002)  1,012%
BTP 10 ANNI (MAR 24)   105,285  (invar.)  3,901% 
BTP 30 ANNI (SET 44)   101,118  (-0,153)  4,739% 
========================= SPREAD (PB) ========================  
                                              ULTIMA CHIUSURA  
TREASURY/BUND 10 ANNI  108           108 
BTP/BUND 2 ANNI           81            81        
BTP/BUND 10 ANNI       201           200 
  livelli minimo/massimo            200,4-203,6  192,1-200,3   
BTP/BUND 30 ANNI       198           198 
SPREAD BTP 10/2 ANNI                   288,9         289,8  
SPREAD BTP 30/10 ANNI                   83,8          82,2
===============================================================
    
    
 
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia