Borsa Milano sale oltre 1%, Mediaset prosegue rally, male il lusso

giovedì 9 gennaio 2014 12:19
 

MILANO, 9 gennaio (Reuters) - Piazza Affari accelera e sale di oltre l'1% unendosi al rimbalzo che accomuna tutte le borse dei paesi periferici.

"Eravamo scesi più del resto d'Europa e ora recuperiamo", spiega un trader, parlando di un ritorno di fiducia sui paesi che hanno maggiormente sofferto durante la crisi.

Alle 12 circa, l'indice FTSE Mib guadagna l'1,25%, mentre l'Allshare avanza dell'1,13%. Anche l'Ibex spagnolo registra un rialzo dell'1,1%, il portoghese PSI 20 dello 0,7%, mentre l'indice paneuropeo FTSEurofirst limita i guadagni allo 0,33%.

* L'entusiasmo generato dalla vendita della partecipazione in SORIN è stato di breve durata e a metà seduta MPS (-0,05%) ha annullato i guadagni. Sorin ha ridotto le perdite iniziali. La vendita è avvenuta a 2,05 euro per azione, con un incasso per Mps pari a 56,3 milioni.

* Bancari in rialzo, dopo un avvio incerto. Si mette in evidenza BANCO POPOLARE con un balzo del 4,9%, dopo che Exane Bpn Paribas ha confermato il giudizio positivo e ha consigliato gli investitori di andare lunghi sul titolo nella convinzione che l'istituto annuncerà formalmente, al più tardi il 19 febbraio, la sua intenzione di rimborsare il bond convertibile 'soft' da 1 miliardo di euro. Anche le altre popolari registrano sensibili rialzi. Restano più indietro le due big, INTESA SANPAOLO (+0,5%) e UNICREDIT (+0,9%). In Europa lo Stoxx dei bancari segna +0,55%.

* Non si arresta il rialzo di MEDIASET (+6%), spinta oggi da indiscrezioni su un boom di raccolta in Spagna e sull'interesse di fondi Usa per la pay-Tv, anche se gli analisti iniziano ad essere un po' scettici sull'impetuosa corsa registrata dal titolo nell'ultimo mese.

* Tonica ANSALDO STS (+2,2%). Un broker cita le dichiarazioni del ceo di Thales, che dice che guarderà alla società se verrà messa in vendita. Il broker ritiene possibile un takeover sul titolo.

* In deciso calo il comparto del lusso, penalizzato da realizzi dopo la brillante performance del 2013 e da alcuni giudizi negativi di analisti. Il mercato comincia a interrogarsi sulla possibilità di un quarto trimestre meno forte anche alla luce di un temuto rallentamento dei consumi in Cina. La maglia nera del comparto oggi è TOD'S, su cui i trader citano un rating negativo di Bank of America Merrill Lynch. Giù anche SALVATORE FERRAGAMO (-3%), CUCINELLI (-2,9%), MONCLER (-1,7%).

* In rialzo FIAT e CNH, in sintonia con un settore automotive positivo a livello europeo (+1,2%).   Continua...