Ablyazov, Tribunale francese dà ok a estradizione dissidente kazako

giovedì 9 gennaio 2014 12:02
 

AIX-EN-PROVENCE, Francia, 9 gennaio (Reuters) - Un tribunale francese di primo grado ha deciso oggi che il dissidente kazako Mukhtar Ablyazov, accusato di avere sottratto 6 miliardi di dollari dalla sua ex banca BTA, debba essere estradato in Ucraina o in Russia, con preferenza in quest'ultima.

Ablyazov, 50 anni, latitante da quando è stato condannato alla reclusione in Inghilterra per oltraggio alla corte 18 mesi fa, è stato arrestato a Cannes lo scorso luglio e da allora detenuto in custodia calutelare.

Il Kazakistan, che vuole mandarlo in carcere, non ha un trattato di estradizione con la Francia. Ma sia Ucraina che Russia hanno richiesto la sua estradizione.

Il suo avvocato ha detto che ricorrerà in appello contro la sentenza.

Ablyazov ha sempre negato le accuse che gli sono state mosse, sostenendo che siano state pensate per eliminarlo come rivale del presidente kazako.

La moglie dell'uomo, Alma Shalabayeva, e sua figlia, Alua, sono state espulse dall'Italia a fine maggio e rimandate in Kazakistan, creando un caso imbarazzante per il governo - i cui vertici dichiarano di non essere stati informati dell'operazione - che è costata il posto al capo di gabinetto del Viminale, Giuseppe Procaccini, e ad altri dirigenti del Ministero dell'Interno.

Di recente madre e figlia sono potute tornare in Italia.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia