PUNTO 1-Banche Italia, finanziamenti Bce a lungo in calo a dicembre

giovedì 9 gennaio 2014 12:26
 

(riscrive attacco, aggiunge dettagli)

MILANO, 9 gennaio (Reuters) - Torna ad aumentare l'esposizione delle banche italiane ai fondi Bce a fine 2013, complice il vistoso incremento dei fondi chiesti e ottenuti nelle operazioni a sette giorni che compensa ampiamente la variazione negativa dei finanziamenti a lungo termine, 'ltro' in testa.

Lo dicono le statistiche mensili a cura di Banca d'Italia, da cui emerge al 31 dicembre un ammontare complessivo pari a 235,869 miliardi di euro da 227,693 di fine novembre, minimo da febbraio 2012.

Alla variazione positiva complessiva di circa 8,2 miliardi rispetto al 30 novembre scorso si perviene con il balzo di oltre 19 miliardi - da 2,777 a 22,16 - dei fondi a sette giorni, distribuiti secondo la classica formula 'a rubinetto' che soddisfa interamente le richieste, contro la flessione di oltre 11 miliardi - 213,709 da 224,916 di fine novembre - nelle "operazioni di finanziamento a più lungo termine".

A dicembre i rimborsi dei p/t a 3 anni da parte delle banche italiane sono avvenuti, spiegano alcuni analisti, in parallelo alla riduzione del portafoglio in titoli di Stato italiani in vista della chiusura del bilancio di fine 2013 che farà fede per l'asset quality review della Bce. Mentre il balzo dei p/t a 7 giorni si spiega, almeno in parte, con l'arrivo del fine-anno che spinge le tesorerie bancarie a muoversi con cautela sul livello di liquidità.

Secondo dati Reuters, le banche della zona euro devono ancora restituire circa due terzi dei fondi presi a prestito con i due precedenti Ltro, circa 600 miliardi, con le banche italiane che a metà novembre avevano ancora in portafoglio 230 miliardi.

Tra le poche banche che hanno parlato dell'esposizione ai fondi Bce va ricordata UniCredit, il cui AD Federico Ghizzoni ha detto a metà dicembre che i fondi Ltro detenunti da Piazza Cordusio sono calati da 26 a 21 miliardi di euro.

Dal bilancio Intesa SanPaolo al 30 settembre, diffuso il 13 novembre scorso, emerge tra ottobre e novembre sono stati rimborsati 3 miliardi di fondi Bce a tre anni lasciando l'ammontare residuo a 21 miliardi.

Nel rapporto sulla stabilità finanziaria diffuso a metà novembre palazzo Koch scriveva che gli istituti italiani avevano rimborsato soltanto il 15% dei fondi 'Ltro' per un controvalore di 38 miliardi su un totale di circa 255 miliardi.   Continua...