Fondi attivisti battono hedge fund con rendimenti a doppia cifra in 2013

giovedì 9 gennaio 2014 11:04
 

BOSTON, 9 gennaio (Reuters) - I fondi cosiddetti "attivisti", noti per le pressioni che esercitano sulle aziende in cui investono perchè diano risultati migliori, hanno messo a segno fra i rendimenti migliori nel 2013 rispetto ai più magri ritorni di molti fondi hedge.

I circa 60 fondi censiti da Hedge Fund Research e specializzati nell'investimento attivista hanno infatti registrato in media un rendimento del 16,6% l'anno scorso, secondo le statistiche del gruppo di ricerca. Pur trattandosi di ritorni inferiori al circa 30% dello Standard & Poor's, il risultato è comunque superiore alla performance media dei fondi hedge che, secondo HFR, sono stati pari al 9,3%.

I rendimenti più corposi - il 22,34% secondo HFR - sono stati prerogativa dei fondi hedge focalizzati su tecnologia e farmaceutici. Per contro, i fondi che vendono allo scoperto hanno sofferto perdite a doppia cifra pari al 16,36% in un anno di rally a Wall Street.

Gestori di fondi come Daniel Loeb - che ha chiesto le dimissioni dell'AD di Sotheby's - e come David Einhorn e Carl Icahn, che hanno pubblicamente fatto pressioni per cambiamenti alla Apple Inc, hanno aiutato i risultati delle proprie società di gestione nel 2013. Ma non mancano attivisti più di basso profilo che hanno avuto risultati ancora migliori l'anno scorso. Ad esempio Larry Robbins, alla testa di Glenview Capital Partners, ha chiuso l'anno con una performance del 42,9%.

Il fondo KnightVinke di Eric Knight, che ha chiesto a UBS la dismissione della divisione investment bank, ha messo a segno il 37,23% e il nuovo fondo Blue Harbour Active Ownership Partners dell'asset manager Blue Harbour Group guidato da Cliff Robbins il 30%.

Ma l'attivismo non è una strada certa per il successo anche perchè, spesso, esporsi pubblicamente può rivelarsi un boomerang. La Pershing Square Capital Management di Bill Ackman ha dovuto contabilizzare una perdita di 500 milioni quando ha abbandonato una scommessa su J.C. Penney Co Inc e la scommessa "corta" contro Herbalife ha sofferto per colpa di attivisti rivali come Icahn. Il fondo ha comunque archiviato il 2013 con ritorni positivi del 9,3%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia