Zona euro, calo a sorpresa inflazione riporta in luce rischi deflazione

martedì 7 gennaio 2014 17:07
 

BRUXELLES, 7 gennaio (Reuters) - L'inflazione della zona euro è scesa a dicembre dopo un modesto aumento il mese precedente, rendendo più difficile per la Banca centrale europea evitare una deflazione e sostenere la ripresa del blocco.

Secondo i dati di Eurostat, l'ufficio statistico della Ue, l'inflazione della zona euro si è attestata a dicembre allo 0,8% anno su anno, rispetto allo 0,9% di novembre.

La lettura di dicembre riporta l'inflazione vicino al minimo di quattro anni dello 0,7% di ottobre.

Un tasso di inflazione ben al di sotto di quello che la Bce si è posta come obiettivo, circa il 2%, porta con sé rischi nel più lungo termine perché potrebbe ridurre salari e domanda, indebolendo l'economia.

Dopo il dato, l'euro si è rafforzato a 1,3646 dollari da 1,3618 dollari sulle speculazioni che la Bce possa prendere in considerazione altre misure a sostegno dell'economia.

Il calo dell'inflazione di ottobre rappresenta la prima contrazione al di sotto dell'1% dal febbraio 2010 e ha spinto la Bce a ridurre i tassi di interesse a un nuovo monimo di 0,25% lo scorso novembre.

Secondo gli analisti, la Bce nell'incontro di giovedì manterrà i tassi stabili.

- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia