SINTESI - Primario italiano riparte frizzante con UniCredit e Generali

martedì 7 gennaio 2014 17:38
 

(riscrive, unisce dettagli di singole operazioni)

* Aiutano ottimo clima per periferici e liquidità abbondante

* Bond in euro per Generali e Unicredit, in dollari per Intesa SP

* In arrivo bond ibrido Enel, attese tranche in sterline ed euro

di Alessia Pe

MILANO, 7 gennaio (Reuters) - Corsa all'emissione da parte dei nomi italiani per tradizione più navigati sul mercato obbligazionario nella prima seduta del 2014 a pieno regime.

Un premio di rendimento inferiore ai due punti percentuali del Btp a dieci anni sulla controparte Bund - nuovo minimo da luglio 2011 - insieme al consistente ammontare di carta pubblica in scadenza fanno certamente da buon viatico per le società che hanno bisogno di fare raccolta.

Si fanno così avanti UniCredit con un'operazione senior unsecured a tasso fisso e scadenza sette anni da 1,25 miliardi insieme a Generali, sempre 1,25 miliardi ma questa volta a sei anni.

"Oggi è a tutti gli effetti il primo giorno di attività piena sul mercato... si tratta di operazioni da qualche tempo nel cassetto che possono ora approfittare dell'elevata liquidità caratteristica delle prime settimane di gennaio" commenta l'operatore di una banca primary.   Continua...