BORSE EUROPA - Indici poco mossi in avvio, si guarda dati Pmi

lunedì 6 gennaio 2014 11:14
 

INDICI                       ORE 10,30   VAR %   CHIUS. 2013
 EUROSTOXX50                  3.080,27    +0,19   3.019,00
 FTSEUROFIRST300              1.309,99    -0,16   1.316,39
 STOXX BANCHE                 193,86      +0,33   194,21
 STOXX OIL&GAS                334,63      -0,1    335,00
 STOXX ASSICURAZIONI          226,15      +0,06   228,22
 STOXX AUTO                   476,98      -0,09   481,95
 STOXX TLC                    296,36      -0,28   297,60
 STOXX TECH                   289,78      -0,14   290,51
 
    
    LONDRA, 6 gennaio (Reuters) - Dopo un avvio poco mosso le
borse europee viaggiano attorno alla parità con gli investitori
che guardano ai dati appena usciti del settore dei servizi nei
vari Paesi dopo i dati analoghi della Cina che hanno evidenziato
un brusco rallentamento della crescita. 
    Il Pmi composito di dicembre della zona euro è salito in
linea con la stima flash a 52,1 da 51,7 di
novembre. 
    L'indice Pmi servizi HSBC/Markit Economics della Cina è
invece sceso a 50,9 a dicembre, al minimo da agosto 2011, dal
52,5 di novembre, confermando i segnali di perdita di slancio
della seconda economia mondiale alla fine del 2013.
    Tra le big in Europa, Telecom Italia cala dell'1%
sotto i minimi di avvio dopo che la spagnola Telefonica 
- piatta in mattinata - ha smentito di essere parte di un
veicolo per il potenziale lancio di un'offerta congiunta su Tim
Brasil, controllata del gruppo italiano.
 
    
    Attorno alle 10,30 il benchmark paneuropeo FTSEurofirst 300
 perde  lo 0,19%. Per quanto riguarda le singole piazze,
Londra piatta -0,09%, Francoforte +0,02% e
Parigi cala dello 0,12%.
     
    Tra i titoli in evidenza:
    * VODAFONE cala dell'1,1%. I dividendi ordinari
pagati dai titoli quotati nel Regno Unito sono attesi in rialzo
del 4,5% nel 2014, a un tasso di crescita più basso del 2013,
secondo una ricerca Markit, sebbene un consistente pagamento una
tantum da parte di Vodafone dovrebbe alzare il dato totale.
Il payout complessivo dell'indice FTSE 350 dovrebbe toccare 89,3
miliardi di sterline, un incremento del 21% sul totale del 2013,
dopo che Vodafone ha deciso di vendere a Verizon la sua
quota in Verizon Wireless per 130 miliardi di dollari: Markit
stima che 14,5 miliardi di sterline dovrebbero tornare agli
investitori sotto forma di dividendo straordinario.
    
   * DIALOG perde quasi il 5% in avvio di seduta dopo
che Morgan Stanley ha tagliato la raccomandazione sulla società
di semiconduttori a "underweight" da "equal-weight", citando la
sua alta esposizione verso il produttore di iPhone Apple
. 
   "Apple rappresenta ancora circa il 71% dei ricavi totali del
gruppo" citando il rischio di una esposizione così concentrata
su un solo cliente.
    
    
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia