Forex, bene euro dopo Pmi zona euro, atteso nulla di fatto da Bce

lunedì 6 gennaio 2014 14:40
 

NEW YORK, 6 gennaio (Reuters) - Intonazione positiva per
l'euro, che recupera terreno dopo una prima parte della seduta
in flessione, grazie alle indicazioni complessivamente positive
giunte questa mattina dai Pmi servizi e compositi europei di
dicembre.
    Gli ultimi dati macro sembrano far ritenere improbabili,
almeno nel breve, nuovi interventi espansivi della Bce, che
riunisce il proprio consiglio direttivo per il meeting mensile
questo giovedì. 
    L'euro/dollaro tiene nel primo pomeriggio in area 1,36, dopo
essere sceso in mattinata fino al minimo da un mese di 1,3572 e
poi salito al picco intraday di 1,3622 in scia alla
pubblicazione del Pmi della zona euro.
    Il cambio resta comunque a distanza dal massimo biennale di
1,3894 visto nelle ultimissime sedute di dicembre.
    "La domanda principale è se la ripresa nella zona euro sia
reale e sostenibile. Questi dati indicano almeno che non sta
svanendo" spiega lo strategist di IronFX Global Marshall
Gittler. "Non c'è necessità per la Bce di venirsene fuori con un
intervento improvviso, ma aspetto più che altro che da Draghi
arrivi qualche tipo di messaggio".
    L'euro ha recuperato posizioni anche nei confronti dello
yen. La valuta unica si conferma in deprezzamento nella seduta
ma il cambio è risalito in mattinata sopra quota 142 dopo la
pubblicazione dei Pmi.
    L'euro/yen era salito a fine dicembre al massimo da cinque
anni di 145,67; massimo analogo per il cambio dollaro/yen,
salito giovedì scorso fino a 105,45. 
    
        
                             ORE 14,30               CHIUSURA
 EURO/DOLLARO         1,3601/03                 1,3587  
 DOLLARO/YEN          104,58/59                 104,82  
 EURO/YEN          142,24/26                 142,41 
 EURO/STERLINA     0,8302/04                 0,8274   
 ORO SPOT         1.241,10/1,20          1.236,16/6,93 
    
    
    Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in
italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia