Borsa Usa volatile a fine mattina, giù GM dopo vendite dicembre

venerdì 3 gennaio 2014 18:17
 

NEW YORK, 3 gennaio (Reuters) - L'azionario Usa è contrastato a fine mattina con scambi volatili e volumi non brillanti anche a causa del fatto che molti trader sono rimasti a casa per la tempesta che ha colpito il Nord-Est del paese e ha paralizzato i trasporti ferroviari e aerei.

Il focus degli investitori è sui diversi interventi pubblici di esponenti della Fed e in primis su quello del governatore uscente Ben Bernanke.

"Non penso che Bernanke dirà niente che possa muovere il mercato oggi", osserva però Peter Cardillo, capo economista di Rockwell Global Capital.

Poco dopo le 18 italiane il Dow Jones è piatto, l'S&P 500 cede lo 0,13%, il Nasdaq lo 0,41%.

Tra i singoli titoli ben intonata, ma sotto i massimi della mattinata, Hertz dopo che la CNBC ha riferito che l'investitore Carl Icahn ha acquistato tra 30 e 40 milioni di azioni, citando fonti vicine alla situazione.

General Motors cede il 3,29% dopo i dati sulle vendite di auto a dicembre. Poco mossa FORD.

Vola a +30,65% FireEye che ha annunciato l'acquisto della concorrente Mandiant.

Micron Technology cede quasi il 3% dopo essere stata declassata a 'sector perform' da 'outperform' dal broker RBC.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia