PUNTO 1-Telecom continua a correre su ipotesi cessione Tim Brasil

venerdì 3 gennaio 2014 14:48
 

(Riscrive accorpando pezzi e aggiornando quotazioni)

MILANO, 3 gennaio (Reuters) - Telecom Italia continua a correre in Piazza Affari sull'ipotesi di cessione di Tim Brasil per la quale, secondo indiscrezioni stampa, potrebbe arrivare entro fine mese un'offerta consortile da parte degli altri operatori brasiliani sotto la regia di Telefonica con l'obiettivo di spartirsene gli asset.

Non basta a raffreddare le quotazioni del titolo la precisazione di Telecom di non essere a conoscenza di alcuna offerta per la controllata brasiliana, che continua a definire strategica.

E se, intorno alle 14,30, il titolo balza a Milano del 7% a 0,758 euro con volumi 2,4 volte superiori alla media di un'intera seduta, fa altrettanto a San Paolo Tim Brasil salendo del 7,3%.

"L'appeal legato all'imminenza di operazioni straordinarie è positivo per il titolo", spiega Icbpi nella sua nota quotidiana, ritenendo la cessione della compagnia telefonica brasiliana "l'ipotesi più probabile".

Anche Banca Akros sottolinea che la speculazione sulle diverse opzioni di disinvestimento in Brasile dovrebbe sostenere i titoli di Tim Partecipacoes e Telecom Italia. Il broker inoltre mette in evidenza che la riduzione dell'indebitamento derivante da questa operazione potrebbe rendere più plausibile la prospettiva di una fusione tra Telefonica e Telecom.

Il Sole24ore scrive oggi che gli spagnoli di Telefonica dovrebbero riunirsi all'inizio della prossima settimana per fare il punto sul progetto brasiliano, che prevederebbe "la costituzione di un veicolo locale per rilevare Tim Brasil e spacchettarne le attività tra i tre principali concorrenti su piazza": oltre a Telefonica, che controlla Vivo, il gruppo America Movil, che in Brasile ha l'operatore Claro, e la brasiliana Oi-Telemar.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia