BORSE ASIA-PACIFICO - Indici in calo su dati Cina, cresce avversione al rischio

venerdì 3 gennaio 2014 08:53
 

INDICE                          ORE 8,40    VAR %   CHIUS. 2013
 MSCI ASIA-PAC.                      459,67   -1,21       468,16
 TOKYO                               chiusa     ---    16.291,31
 HONG KONG                        22.792,94   -2,36    22.656,92
 SINGAPORE                        3.136,04    -1,22     3.167,43
 TAIWAN                            8.546,54   -0,77     8.611,51
 SEUL                              1.946,14   -1,07     2.011,34
 SHANGHAI COMP                    2.083,135   -1,24    2.115,978
 SYDNEY                           5.350,098   -0,33    5.352,214
 MUMBAI                           20.755,60   -0,63    21.170,68
    3 gennaio(Reuters) - Le borse dell'area Asia-Pacifico sono
in calo sulla scia dei ribassi di Wall Street e delle piazze
europee in un mercato che registra un'accresciuta avversione al
rischio a livello globale.
    Il risultato di questa inversione di tendenza si riflette
non solo sui mercati azionari, ma anche su altri mercati con il
il ritracciamento dell'euro e della sterlina e il rialzo dello
yen, dell'oro e dei bond. 
    Ad appesantire oggi il sentiment sull'azionario è, in
particolare, il debole dato sul Pmi dei servizi in Cina, in calo
ai minimi dei quattro mesi a causa del peggioramento delle
prospetttive delle azione del settore.
    Intorno alle 8,40 italiane l'indice Msci dell'area
Asia-Pacifico, che non comprende Tokyo, oggi
chiusa, scende dell'1,2%.
    Decisi ribassi per HONG KONG e SHANGHAI i cui indici 
rompono alcuni importanti supporti tecnici sotto il peso dei
cali dei titolo finanziari ed energetici dopo che il  ato sul
settore dei servizi ha evidenziato un nuovo segnale di perdita
di slancio della seconda economia al mondo.
   "Sia il Pmi sui servizi e quello manifatturiero stanno
indicando che l'economia cinese non sta andando particolarmente
bene ed è ancora priva di direzione", commenta Jackson Wong,
vice-presidente di Tanrich Securities.
    "Molti investitori sono eccessivamente preoccupati sullo
stato di salute dell'economia e del debito della Cina", ha
aggiunto.
    SINGAPORE si accoda al debole sentiment dei mercati globali
e interrompe la serie positiva di nove sedute.
    Anche TAIWAN è in calo appesantito dai tecnologici che
risentono delle performance negative registrate a Wall Street da
Apple. Gli indice dei settori electronics e
semiconductors sono scesi rispettivamente dello 0,7% e
dello 1,2%.
    SEOUL chiude ai minimi degli ultimi quattro mesi dopo che i
timori sulla debolezza dei risultati aziendali ha spinto gli
investitori esteri a vendere titoli di grossi calibro come
Samsung Electronics.
    Le prese di profitto, sopratutto su bancari e minerari,
trascinano al ribasso anche la borsa di SYDNEY. Male anche la
borsa indiana, in calo per la terza seduta consecutiva.
    
 Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia