Fiat, operazione Chrysler rilevante ma chiarire futuro Italia - Camusso

giovedì 2 gennaio 2014 14:59
 

ROMA, 2 gennaio (Reuters) - L'acquisizione del 100% di Chrysler da parte di Fiat viene accolta positivamente dalla Cgil, che aspetta però di conoscere quali siano i progetti del Lingotto in l'Italia.

E' "un fatto di grande rilevanza" per "le sinergie possibili e auspicabili sui mercati mondiali" e per "il riposizionamento della multinazionale rispetto alle case costruttrici concorrenti", afferma in una nota il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, secondo la quale è "indispensabile che Fiat dica cosa intende fare nel nostro Paese, come gli stabilimenti italiani possano trovare la loro collocazione produttiva nel gruppo, così come auspichiamo che la direzione dell'impresa resti italiana".

Ora "ci aspettiamo impegni e parole chiare da parte del management sul futuro dell'azienda in Italia, riprendendo un confronto sindacale", conclude Camusso.

Fiat ha annunciato ieri di aver raggiunto un accordo con Veba per rilevare il 41,4616% in mano al fondo pensioni del sindacato americano Uaw in un'operazione da 4,35 miliardi di dollari complessivi, ponendo fine alle controversie legali in corso.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia