Monetario, rientro tensioni fine anno, liquidità abbondante dopo p/t

giovedì 2 gennaio 2014 12:16
 

MILANO, 2 gennaio (Reuters) - Liquidità abbondante sull'interbancario, dopo il marcato aumento della richiesta di fondi all'asta settimanale Bce del 30 dicembre.

Con l'anno nuovo torna una relativa normalità sui tassi a brevissimo, con il rientro delle tensioni e l'allineamento fra quotazioni cash e repo.

"Le abbondanti richieste al p/t e il ridotto drenaggio hanno determinato un balzo dell'eccesso di liquidità, che si attesta quasi a 300 miliardi di euro" dice un tesoriere di un istituto italiano. "L'incremento dell'eccesso di liquidità è stato notevole, e questo insieme al superamento della fine dell'anno ha determinato un ritorno di tranquillità sui tassi, con repo e cash sostanzialmente riallineati".

Attorno alle 12 sul cash l'overnight quota 0,10/20%, come tom/next e spot/next. Sul comparto repo invece il General Collateral riporta quotazioni pari a 0,08% per l'overnight, a fronte di una media Eonia fissata martedì a 0,446%. Alla stessa ora il tom/next quota 0,175% e lo spot/next 0,155%.

A fronte dei 133,585 miliardi in rientro dall'operazione della scorsa settimana, l'istituto centrale di Francoforte ha lunedì rifinanziato il sistema per 168,662 miliardi, operando di fatto un'iniezione netta superiore ai 35 miliardi.

Parziale anche il drenaggio operato dalla Bce il 30 dicembre: 104,9 miliardi su un target di 178,5 miliardi.

Un istitito ha inoltre fatto ricorso all'asta Optes di oggi con la richiesta di fondi oper 2 miliardi a fronte di un'offerta complessiva pari a 9,693 miliardi.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia